spaziatore

Domande frequenti

spaziatore
spaziatore

Che dose di Melatonina Zinco-Selenio devo assumere?

Secondo le ricerche del Prof. Pierpaoli, la Melatonina non ha una valenza quantitativa  farmacologia, ma serve solo a favorire il mantenimento e la protezione dell’integrità funzionale della ghiandola pineale. I soggetti umani presentano una grande variabilità interindividuale nelle concentrazioni di Melatonina endogena e il sistema di regolazione della secrezione di Melatonina è complesso. Risulta difficile stabilire quale sia il valore fisiologico della concentrazione endogena di Melatonina. Inoltre ci sono poi molte situazioni patofisiologiche in cui la secrezione di Melatonina può essere alterata e disturbata.

La formulazione Melatonina Zinco-Selenio è stata sviluppata con l’intento di ottenere un picco di rilascio di Melatonina durante la notte che induca il messaggio giovanile del picco notturno fisiologico prodotto nella stessa fascia oraria dalla ghiandola pineale giovane. Secondo le ricerche del Dr. Pierpaoli, emulando il messaggio del picco notturno fisiologico tipico della giovane età, si aiuta la ghiandola pineale a rigenerarsi e a permanere in condizioni giovanili e quindi a produrre molecole che regolano l’intero sistema ormonale detto anche “neuroendocrino”. Si contribuisce così a mantenere i ritmi biologici che controllano ormoni e immunità, e la sincronizzazione circadiana (ciclicità fisiologica) del sistema neuroendocrino che regola le funzioni metaboliche ed immunologiche naturali.

I livelli plasmatici di Melatonina prodotti dall’assunzione di una compressa dipendono molto da diversi fattori tra cui: il tasso di rilascio di una formulazione, la sua composizione e le sue proprietà chimico-fisiche; dalle concentrazioni ematiche diurne e notturne di Melatonina del singolo individuo, che come sappiamo hanno grandi variabilità interindividuali; dall’età e da molti fattori esterni da cui la secrezione di Melatonina può essere alterata e disturbata; dal metabolismo della Melatonina che come è noto varia molto da individuo a individuo e diminuisce con l'avanzare dell'età

Anche se risulta quindi molto difficile stabilire univocamente quale sia il dosaggio indicato nella somministrazione di Melatonina esogena, sembrerebbe che per alcuni individui già le dosi nell'ordine di 0,3 - 0,5 mg possano essere efficaci e riescano ad indurre il picco notturno giovanile.  Ciononostante proprio a causa del differente assorbimento e metabolizzazione di ognuno, si consiglia l’assunzione di 1 mg.

 

 

Quando posso iniziare ad assumere la Melatonina Zinco-Selenio?

In tutte le condizioni nelle quali si desideri mantenere i livelli di Melatonina e compensare una sua effettiva carenza, sostenendo in tal modo l’equilibrio e la sincronizzazione dei ritmi circadiani fisiologici. Ricerche dimostrano che numerosi fattori di interferenza esterni (come ad es. l’esposizione alla luce durante la notte) sopprimono la produzione endogena della Melatonina, coinvolta nel mantenimento del normale funzionamento di molteplici funzioni ormonali, metaboliche ed immunitarie. Il moderno stile di vita (esposizione serale e notturna alla luce artificiale e delle apparecchiature elettroniche, ritmi circadiani sregolati e alterati, stress, alimentazione non bilanciata, consumo di caffè e alcol, ecc...) provoca una riduzione del livello di Melatonina e può comportare il rischio di uno squilibrio del sistema neuroendocrino ed il conseguente indebolimento del sistema immunitario. Inoltre minore sarà la quantità di Melatonina presente nel corpo, più alterati saranno i nostri ritmi circadiani

Per questo motivo è fondamentale mantenere i livelli di Melatonina in equilibrio e l’integrazione di corretta formulazione di Melatonina può essere di grande beneficio.



Esistono effetti collaterali dannosi o pericolosi della Melatonina Zn-Se?

L’utilizzo di Melatonina è molto sicuro a breve e a lungo termine. Non sono stati attribuiti effetti collaterali dannosi nei 20 anni durante i quali decine di milioni di persone hanno assunto Melatonina, in particolare tra la popolazione degli Stati Uniti, dove è acquistabile liberamente da più di 20 anni a dosaggi molto maggiori di quelli della Melatonina Zinco-Selenio. Numerose pubblicazioni scientifiche confermano la sicurezza e gli effetti benefici della Melatonina.

La Melatonina, anche a dosaggi maggiori a 3 mg, è praticamente priva di controindicazioni e di effetti indesiderati clinicamente rilevanti quando viene assunta secondo le indicazioni.



A  che ora debbo assumere la Melatonina Zn-Se?

Alla sera, mezz'ora o un'ora prima di dormire e tra le ore 22 e le 24. In nessun caso, neppure quando si lavori di notte, alterare tali orari.

 


Come faccio a valutare gli effetti benefici della Melatonina? 

Per prima cosa consigliamo di fare una valutazione soggettiva delle proprie condizioni fisiche e psicofisiche: effetto sulla qualità del sonno (non necessariamente la durata) sulla vitalità, sull’umore, ecc..

Successivamente consigliamo di fare un controllo generale (check-up) del sangue prima di iniziare ad assumere la Melatonina e un controllo di nuovo dopo 6 mesi o un anno. In assenza di malattie, consigliamo di misurare sempre FT3, FT4, TSH, Prolattina e Testosterone.

 

 

Perché talvolta la Melatonina Zinco-Selenio non mi fa dormire, ho risvegli di notte, faccio fatica a riaddormentami?

Innanzitutto va ricordato che la Melatonina Zinco Selenio non è un sonnifero ma un “regolatore” dell’orologio biologico interno: essa cioè contribuisce a mantenere i ritmi biologici ed a sincronizzare il cervello sui ritmi biologici giorno-notte.

 

Ora, nelle persone anziane e nella moltitudine di persone che fa uso di sonniferi, ansiolitici, rilassanti, tranquillanti chimici, anche da molti anni, bisogna attendere settimane e  talvolta dei mesi prima che la Ghiandola Pineale riesca a risincronizzare il cervello ai ritmi naturali biologici. Quindi si deve pazientare, continuare ad assumerla,  ed evitare caffè ed alcolici alla sera, dormire nel buio completo e non mangiare di notte. Se i ritmi sono stati dissestati, ora i centri regolatori dei ritmi ormonali devono tornare lentamente alla norma.

È inoltre fondamentale conservare il ritmo veglia-sonno più costante possibile. Per esempio andare a coricarsi troppo presto o troppo tardi può causare problemi quando invece basterebbe cambiare l'orario e adeguarlo all’esigenza fisica e biologica. L'azione ristoratrice del sonno non dipende dalla sua durata, ma dalla sua qualità. Se si assume la Melatonina Zinco-Selenio alle 22.30, ci si addormenta alle 23 e ci si sveglia alle 3.30 – 4.00, può comunque risultare che in queste 4 o 5 ore di sonno si abbia soddisfatto la propria esigenza di sonno essenziale e quindi ci si senta bene e riposati.

spaziatore

La si pùo somministrare ai bambini?

In assenza di disturbi specifici bambini e adolescenti sani, con uno stile di vita che non pregiudichi i ritmi circadiani biologici (sonno-veglia) di solito non presentano carenza di Melatonina e quindi salvo diversa valutazione specialistica non hanno bisogno di integrazione con la Melatonina.



La Melatonina può essere somministrata alla donna che fa uso di anticoncezionali orali, o a quella che, in menopausa, si sottopone a terapia sostitutiva ormonale?
Secondo gli studi da noi condotti, nel caso della donna in menopausa, l'uso della Melatonina associata allo Zinco e Selenio aiuta a ridurre i disturbi della menopausa.

 


La Melatonina Zinco-Selenio mi aiuta a dormire?

La Melatonina Zinco-Selenio contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno.
Il fatto è che la Melatonina non è affatto un ipnotico e non potrà avere stessi effetti ipnoinducenti dei farmaci sonniferi. La Melatonina, favorendo il mantenimento e la protezione dell’integrità funzionale della ghiandola Pineale, che regola la produzione ciclica degli ormoni del nostro organismo, aiuta a risincronizzare e regolare i ritmi biologici naturali che controllano ormoni e immunità.
Per quanto concerne specificamente il sonno, l'azione ristoratrice del sonno non dipende dalla sua durata, ma dalla sua qualità. Un sonno normale e ristoratore è caratterizzato da una fase non REM (con stadio del sonno profondo) e dalla fase REM. Nel periodo del sonno più profondo, il nostro organismo si rigenera (la temperatura corporea si abbassa, il metabolismo rallenta, la pressione sanguigna diminuisce, l’ormone della crescita aumenta così che le cellule possono dedicarsi ad autoripararsi e moltiplicarsi). Se il sonno è disturbato da molti fattori la fase del sonno profondo non avviene e anche i movimenti REM scompaiono e la persona manifesta sintomi di stress e di nervosismo.
La durata ottimale del sonno è una condizione individuale e variabile da persona a persona. Ciò che è importante è la qualità del sonno piuttosto che la quantità che varia secondo le esigenze individuali. Avviene che anche individui che dormono poco, riescono comunque a soddisfare le proprie esigenze dormendo di sonno essenziale (sonno profondo e sonno REM). Alcune persone effettivamente necessitano di meno ore di sonno rispetto ad altri: anche dormendo solo 4 o 5 ore per notte, si sentono bene e riposati come chi ne dorme 8 o 9. È importante capire il personale ritmo naturale del sonno.
Comunque il fabbisogno di sonno diminuisce con l'età. Soprattutto la fase profonda del sonno inizia a diminuire dopo i 25 anni. A 35 – 40 anni l'uomo trascorre meno del 5% della durata del sonno notturno nella fase profonda, e ciò anche a causa di una riduzione della secrezione della melatonina e probabilmente anche di GH. E' noto che tutti gli ormoni seguono una tipica ciclicità e variazione quantitativa nel corso della 24 ore, che viene alterata da molti fattori come lo stress, lo stato ansioso, le malattie, il jet-lag ed altri. Il progressivo ripristino e normalizzazione della ciclicità biologica sostenuto dalla Melatonina mediante la sua azione protettiva sulla ghiandola pineale, produce una cascata positiva di eventi che contribuisce a restaurare automaticamente un sonno naturale e profondo, indipendentemente dalla sua durata.
La Melatonina Zinco-Selenio, produce il picco melatonico notturno, e induce il segnale che viene interpretato dall’organismo come imminente riposo notturno. La Melatonina infatti svolge il compito di regolazione del ciclo sonno-veglia (con il buio l’epifisi produce più melatonina, con la luce, al contrario, la produzione diminuisce e quindi l’organismo si prepara a stare sveglio). Il cervello utilizza il picco melatonico notturno come una sorta di segnale per informare l'organismo che è buio e che è pertanto giunto il momento di dormire e riposarsi. Il picco melatonico permette al cervello di riconoscere l’integrazione di adeguata formulazione di Melatonina, attivando così segnali per favorire il sonno. Il sonno indotto e facilitato dalla Melatonina aiuta a produrre un tipo di sonno normale e ristoratore con fase di sonno profondo e REM, che ricostituisce le forze psichiche e fisiche del corpo.

 

 

La Melatonina Zinco-Selenio fa effetto da subito?

Può anche capitare che nelle persone anziane e nella moltitudine di persone con ritmi biologici dissestati da uno stile di vita innaturale condotto per molti anni, bisogna attendere settimane prima che la Ghiandola Pineale riesca a risincronizzare il cervello ai ritmi naturali fisiologici. Quindi si deve pazientare, ed evitare caffè ed alcolici alla sera, dormire nel buio completo e non mangiare di notte.
Comunque nella grande maggioranza dei casi l’effetto benefico dell’assunzione di Melatonina Zinco-Selenio si ottiene entro 21 giorni dall’inizio dell’assunzione.

 

 

La Melatonina ZincoSelenio crea dipendenza?

La Melatonina Zinco-Selenio non crea dipendenza o assuefazione.

L’assunzione di melatonina esogena tenda a ridurre la secrezione di melatonina endogena, mettendo in uno stato di “riposo” la ghiandola pineale e mentendola in condizioni giovanili. Interrompendo la somministrazione di melatonina esogena, la ghiandola pineale riprende a sintetizzare la molecola endogena in quantità fisiologiche.


spaziatore
..
spaziatore
tastiera computer per contatti
Per qualsiasi informazione inerente ai prodotti sviluppati secondo le indicazioni del prof. Pierpaoli, potete scrivere a: prodotti@pierpaoli.ch
spaziatore

Inserzione pubblicitaria

Informazioni su dove acquistare i prodotti Pierpaoli.
spaziatore

Disclaimer: Le informazioni qui presenti riguardano rigorosamente il parere del prof. Walter Pierpaoli ed hanno uno scopo informativo ed educativo. Le informazioni presenti intendono supportare, e non sostituire, la relazione esistente tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento, e in nessun caso possono costituire una diagnosi o intendersi sostitutive di una visita medica. Il prof. Pierpaoli non si assume responsabilità per eventuali conseguenze sanitarie di qualsiasi persona che legga e segua le informazioni contenute in questo sito. Tutti i lettori di questo contenuto, specialmente quelli che assumono farmaci da prescrizione o over-the-counter, devono consultare i loro medici prima di iniziare qualsiasi programma nutrizionale, supplementare o di stile di vita. I contenuti qui presenti sono conformi alle linee guida inerenti l’applicazione degli artt. 55, 56, 57 del nuovo Codice di Deontologia Medica e sono rivolti a pubblico generico.